Pesto di basilico

IMG_20160713_123227

Salato, Salse | 14 luglio 2016 | By

 

 

Sarà per l’odore intenso e piacevole che rilascia, sarà perché  adoro il suo sapore inconfondibile e anche perché è una perfetta salsa fredda, che, soprattutto in estate, il pesto genovese nel mio frigorifero non manca mai.

E quando ne ho a disposizione una grossa quantità dopo averlo preparato lo congelo, in appositi contenitori da freezer, per averlo sempre pronto all’occorrenza.

A me piace condirci gli spaghetti, ma la ricetta originale genovese prevede le trofie, un formato di pasta corta attorcigliata che assorbe bene questo tipo di sugo.

Voi usate quella che più vi piace, io vi spiego come prepararlo, vedrete che ci vorrà meno di quello che pensate.

 

IMG_20160713_123112

 

(altro…)

Frozen yogurt

IMG_6110

Dolci, Gelati | 28 giugno 2016 | By

 

Mi piace tanto il frozen yogurt.

E’ fresco, leggero, non ha troppe calorie e lo posso arricchire di qualsiasi gusto io abbia voglia al momento.

Dopo averne mangiati tanti in giro per Roma, e ormai quasi tutte le gelaterie lo fanno, ho pensato di potermelo preparare in casa.

E fatte diverse prove e aggiustamenti, questa è la versione che mi ha convinto di più.

Facile facile, chiunque può provarci, non richiede proprio nessuna abilità.

Vi do la mia parola che vi piacerà moltissimo.

 

 

 

IMG_6114

 

 

(altro…)

Pane integrale al farro con semi di sesamo

IMG_20160520_132209

 

La mia vita, dopo quest’ultimo mese di convalescenza, ha ripreso il suo pieno ritmo. 

O quasi.

E si, perché in effetti arranco un po’, forse chissà a quell’andamento lento mi ci ero abituata e, magari perché sto invecchiando, mi era anche piaciuto.

Ma dato che la vita reale è molto diversa da quest’ultima parentesi, e sono anche tornata al lavoro, già da una decina di giorni, è giunta l’ora di dedicare del tempo al mio carissimo blog.

Ho deciso di dedicarmi al nostro giochino bloggallinesco dallo ” Scambiamoci una ricetta”, che questo mese mi vede abbinata al Blog di Cristina Lionetti Pan per focaccia.

La scelta è caduta sul suo pane al sesamo, che ha inondato di un rassicurante profumo tutta la mia casa.

 

 

IMG_20160520_132334

 

 

(altro…)

Persian love cake per la Re-Cake2.0#14

IMG_20160522_123158

Dolci, Torte | 23 maggio 2016 | By

 

C’era una volta una giovane donna  persiana, di origini modeste, pazzamente innamorata di un principe, che non sapendo come giungere a lui, decise di conquistarlo preparandogli una torta.

Ma non una torta qualsiasi, una speciale, magica direi, che lo facesse invaghire di lei.

Un dolce speziato, profumato di rosa, che avesse tutte le potenzialità aromatiche del cardamomo e le note delicate dello zafferano.

Non si conosce l’epilogo di questa  storia d’amore, ed è per questo che vi  lascio a sognare una romantica conclusione, immersi fra petali di rosa e atmosfere d’oriente, e vi invito a provare questa ricetta unica per la Re-Cake di maggio.

 

 

 

IMG_20160522_122851

 

 

(altro…)

Saranno famosi: lo Chef Vincenzo Manicone

 

Banner INALPI

 

 

 

Dopo il successo dello scorso anno, ritorna la  la divertente sfida che vedrà coinvolti 20 dei migliori sous-chef italiani e che sancisce la prestigiosa partnership tra iFood, Inalpi, Festa della Rete e Altissimo Ceto.

Vi sto parlando di “Saranno Famosi”, la gara con 20 squadre composte da 100 food blogger del network iFood.

Ogni squadra, composta da 5 iFoodies e capitanata da 1 dei 20 Sous Chef, sfiderà le altre squadre a colpi di ricette, video, condivisioni, immagini, curiosità e molto altro ancora

Ogni settimana, da lunedì 9 Maggio, scenderanno in campo 5 Sous Chef e le rispettive squadre di food blogger.

Queste ultime presenteranno la ricetta del proprio Sous Chef e partirà la sfida a colpi di condivisioni: la ricetta più condivisa passerà il turno.

E si continuerà così per tre settimane, con cinque squadre e relativi Chef alla volta.

Alla fine della quarta settimana i 4 Sous chef semifinalisti, i sfideranno per accedere alla finale  che si svolgerà il 30 settembre alla Festa della rete e che decreterà il nuovo vincitore di Saranno famosi 2016.  

 
Ecco che vi presento il Sous Chef della mia squadra 
 

Vincenzo Manicone del Cannavacciuolo Café & Bistrot

 

 

vincenzo-manicone

 

 

La formazione e l’esperienza di questo giovane ragazzo farebbero impallidire anche uno chef affermato:
dopo l’esordio nella cucina di Carlo Cracco, Vincenzo Manicone prosegue la sua carriera collezionando esperienze in altri ristoranti stellati.
Successivamente decide di concentrarsi anche sull’aspetto territoriale, individuando nel grande Bertinotti del Ristorante Pinocchio lo chef più adatto per approfondire la sua conoscenza al riguardo.
Da Borgomanero a Orta San Giulio la distanza è poca, così approda a Villa Crespi, nel ristorante dello chef che per lui è un vero e proprio modello e di cui ha scelto di sposare a pieno la filosofia culinaria: Antonino Cannavacciuolo.
La passione e il talento di Vincenzo non sono indifferenti allo chef campano, che dopo 4 anni insieme, lo premia mettendolo alla guida della sua nuova avventura enogastronomica a Novara.
  
  

Riso in cagnone Nord – Sud (con burro Inalpi)

 

 

Ricetta Vincenzo Manicone

 

 

INGREDIENTI 
 
Per il risotto
                                                                                                                                                                                                                         
Riso Carnaroli
Vino bianco spumante
Brodo di pollo 
Toma fresca
Burro Inalpi
Sale, pepe nero

olio e.v.o.

 
Procedere come per un classico risotto tostando il riso con un po’ di sale e olio, portare a cottura aggiungendo brodo di pollo di tanto in tanto e mantecare con la Toma fresca e burro Inalpi.
 
Per la crosta
Burro Inalpi
Scalogno tritato
Salvia fresca 
Tuorlo d’uovo 
Pane in cassetta senza crosta
 
Montare il burro Inalpi morbido aggiungendo sul finale lo scalogno tritato, la salvia e il pane in cassetta tagliato finemente.
Aggiustare di sale e pepe stendere tra due fogli di carta da forno. Ricavarne un cerchio  e congelare.
 
Per la Triglia
Triglia fresca 
Olio di semi di girasole
Semola di grano duro
 
Pulire, sfilettare e spinare la triglia ricavando tre pezzi che andranno cotti in tre modi differenti: fritto e scottato in olio a 190°, e in gelatina (vedi sotto).
 
Per la gelatina di triglia 
Guazzetto di triglia e agar agar
                                                                                                                                                                                                                        
Portare a bollore il guazzetto di triglia, aggiungere l’agar agar, cuocer per 30 secondi e stendere su placca.
Una volta freddo il tutto porzionare in differenti misure.
 
IMPIATTAMENTO
Disporre il riso alla base, adagiarvi il cerchio di burro alla salvia sopra e gratinare in salamandra per 30 secondi.
Finire con le triglie, la gelatina e decorare con erbe, germogli e fiori eduli.

 

 

E allora non vi resta altro da fare che sostenere la mia squadra formata da altre 4 splendide Blogger:

Virginia Sementilli

Lucia Sarti

Barbara Baccarini

Ilaria Vezzoli

 

Vi rimane solo da…

 CONDIVIDERE

Grazie a tutti!

 

CONSIGLIA Insalata di fusilli integrali con verdure e lamponi