Treccia svedese alle mele

 

Come è cominciato male quest’anno.

Attentati terremoti, catastrofi.

E noi qui, spettatori impotenti.

Un senso opprimente di angoscia invade, con forza, anche me.

Non mi resta che fermarmi un attimo, riflettere per reagire, prepararmi un’ ottima tazza di te e assaggiare la  Re-Cake 2.0 #20, la prima del nuovo anno.

Sperando sia di buon auspicio.

 

 

 

 

 

(altro…)

Pandoro

Dolci, Lievitati | 13 dicembre 2016 | By

 

 

Il Natale mi travolge, mi tira dentro con tutta la forza, mi rapisce.

E avrei mille e uno motivi per non amarlo. 

E altrettanti per non farmi trascinare. 

Ma lui, il Natale, non lo sa.

E ogni anno continua a farmi suonare i suoi campanelli nel cuore!

 

E così, incoraggiata dal meraviglioso staff di Re-cake, ho provato anche a fare il pandoro, e vi dirò, per essere la prima volta,

sono anche abbastanza soddisfatta.

Certo si può sempre fare meglio, e quindi non escludo che riproverò!

 

 

 

 

(altro…)

Babka al cioccolato

 

Un dolce perfetto per una colazione autunnale, questa babka al cioccolato, che ho preparato per il mensile appuntamento con il gioco di Re-cake#18.

Un lievitato, nella sua versione ebraica, che ha riscosso il pieno consenso di tutta la mia famiglia.

Insomma un goloso intreccio, profumato e fragrante, che non ti stanchi mai di mangiare, fetta dopo fetta, soprattutto se accompagnato da un’aromatica tazza di tè fumante.

Vi ho convinti?  Provatelo anche voi, mi ringrazierete!

 

 

img_20161026_102437

 

 

(altro…)

Bagel

 

 

Eccomi qua, anche questo mese con l’appuntamento con il Re-cake 2.0 del mese di febbraio, pelo pelo però perchè c’era tempo fino al 29.

Anche questa volta, mi sono divertita a preparare questi Bagel, che altro non sono che panini a forma di ciambella, prima bollti in acqua e poi cotti nel forno.

Nonostante siano molto diffusi nell’America del nord, sembra che la loro origine sia europea, e che il primo a prepararli sia stato un panettiere ebreo a Vienna verso la fine del 1600.

La proposta del Re-cake di questo mese, li prevedeva integrali e la farcitura, che doveva essere assolutamente salata, poteva variare rispetto a quella indicata.

Nel mio caso, ho pensato. di non stravolgere la ricetta originale, ma di modificarla solo un po’:

per il ripieno ho usato del salmone affumicato, una crema di formaggio amalgamata ad un patè di olive nere e delle zucchine romanesche tagliate a julienne, marinate con del succo di limone, qualche fogliolina di

timo fresco e una spolverata di pepe bianco.

 

 

 

IMG_20160226_135816

 

 

 

(altro…)

Danubio dolce

Dolci, Lievitati | 13 febbraio 2016 | By

 

L’amore, protagonista di tutta la mia esistenza, fra il suo esserci e la sua assenza, come il filo per un funambolo, ha sorretto la mia vita sempre in bilico.

L’amore per me è come l’aria, elemento essenziale di ogni mio pensiero, di ogni desiderio, di ogni sogno.

Esattamente al centro della mia vita, l’amore dato e quello ricevuto.

Felice S. Valentino a tutti coloro che hanno un amore e se ne prendono cura.

 

 

 

IMG_20160213_143627

 

 

Danubio dolce
Write a review
Print
Ingredients
  1. 250 gr difarina 00
  2. 250 gr di farina di manitoba
  3. 1 pizzico di sale
  4. 100 gr di zucchero
  5. 80 gr di burro
  6. 2 uova
  7. 15 gr di lievito di birra o 2 cucchiaini rasi di lievito disidratato
  8. 200 ml di latte tiepido
  9. 300 gr di crema di nocciola
Instructions
  1. Scaldate leggermente il latte e aggiungete lo zucchero e il lievito.
  2. In una terrina setacciate le 2 farine, mettetele nel cestello dell'impastatrice (usate il gancio) ed aggiungete le due uova ed un pizzico di sale.
  3. Accendete a velocità media ed aggiungete a filo il latte tiepido con lo zucchero e il lievito.
  4. Otterrete un impasto morbido al quale dovrete aggiungere il burro a temperatura ambiente a pezzetti.
  5. Quando il burro si sarà incorporato all’impasto continuate ad impastare fino a quando il composto non si staccherà perfettamente dalle pareti e non si incorderà sul gancio.
  6. Mettete l’impasto in una ciotola leggermente infarinata a lievitare.
  7. Per una lievitazione ottimale accendete il forno a 50° per una decina di minuti, spegnetelo, fate uscire l’eccesso di calore, poi utilizzate il calore residuo per far lievitare l’impasto.
  8. Lasciate lievitare l'impasto, con la luce del forno accesa, per due ore circa fin quando non sarà raddoppiato di volume.
  9. A questo punto, prendete l’impasto e dividetelo in pezzi grandi come una pallina da ping pong.
  10. Allargatele con le mani le palline e disponetevi all’interno un cucchiaino abbondante di crema di nocciola, precedentemente messa 10 minuti nel freezer al fine di facilitare questo passaggio.
  11. Chiudete bene la pallina di pasta e poi sistematela in un teglia ricoperta di carta forno.
  12. Disponete le palline nella teglia lasciando 1 cm di spazio tra ognuna.
  13. Mettete il danubio dolce a lievitare al caldo per un’altra ora, fin quando le palline non si saranno tutte attaccate tra di loro.
  14. A questo punto spennellate il danubio con un uovo sbattuto diluito con 1 cucchiaio di latte ed infornatelo a 180 C (forno preriscaldato) per 25-30 minuti circa.
maninpasticcio http://www.maninpasticcio.ifood.it/

(altro…)

CONSIGLIA Caesar Salad con salsa vinaigrette alla senape