Cake all’arancia con copertura di arachidi

Dolci, Plumcakes | 23 novembre 2013 | By

 

Cade ancora la pioggia, fitta e incessante senza soluzione di continuità, una pioggia fastidiosa, forse per chi adesso è in macchina, magari imbottigliato nel traffico, in questa città difficile.
Una pioggia scomoda, per chi deve lavorare all’aperto, che ti “infila” l’umido nelle ossa e porta con se tutti i malanni di stagione.
Una pioggia romantica, se la guardi da dietro un vetro, al calduccio rassicurante della tue
quattro mura, mentre sorseggi un tè caldo e gusti una fetta di dolce fragrante, appena sfornato, che lascia il suo odore nell’aria e fa subito casa.
Una semplice pioggia………….che non fa paura, non una pioggia di dolore, di sciagure, di disastri, di morte.
Ma solo un puro evento naturale, di fondamentale importanza ambientale, una pioggia di vita.

Ingredienti:


300 gr di farina di riso
150 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di miele d’acacia
100 ml d’olio di arachidi
un pizzico di sale
2 uova grandi
il succo di 2 arance biologiche
1 bustina di lievito per dolci
50 gr di cioccolato fondente a scaglie
una manciata di arachidi tostate e salate

 

 

 

Ho sbattuto le uova con lo zucchero, ho aggiunto il miele, il succo delle arance, l’olio  e sempre mescolando la farina di riso passata al setaccio con il lievito e il sale.
Ho acceso il forno a 180°, ho bagnato e strizzato un foglio di carta forno con cui ho foderato uno stampo da plum cake, ho versato al suo interno il mio impasto e ho cosparso sulla superficie le scaglie di cioccolato e le arachidi salate.
Sono bastati 30 minuti di cottura e come sempre ha fatto fede la prova stecchino.
Buon fine settimana a tutti voi, sperando che sia senza cattive notizie.

 

 

 

Pizza di Pasqua dolce

 

Si avvicina la Pasqua e per me e la mia famiglia equivale a dire: si parte per Morro di Camerino!
Il nostro week-end pasquale all’insegna della pace, della natura e delle super mangiate.
Partiamo sempre con almeno due chili in meno rispetto a quelli con cui torniamo, ma va bene lo stesso, ce lo concediamo, fa parte di noi, della nostra tradizione, di quel luogo che amiamo.
C’e’ un dolce o forse è meglio dire un non-dolce che non manca mai sulla nostra tavola di quei giorni insieme al ciauscolo, al formaggio, alle uova sode e a quelle di cioccolata: la pizza dolce marchigiana.
Non ve la posso descrivere, bisognerebbe sentirne l’odore, la chiamano pizza ma è alta come un panettone…………….un vero tripudio di aromi!
E quest’anno ho provato a rifarla prendendo ispirazione da qua, apportando solo poche piccole modifiche.

 

 

 

 

Ingredienti:
300 gr di farina 0
200 gr di farina di manitoba
150 gr di zucchero
75 gr di strutto e 25 gr di burro (per me solo burro 100gr)
30-35 gr di lievito di birra ( per me lievito di birra disidratato 7 gr)

4 uova medie 
100 ml di acqua
un pizzico di sale
 

Aromi:
scorza di un’arancia e un limone grattugiata
cannella in polvere, uno o due cucchiai
una grattatina di noce moscata
un cucchiaio di semi di anice
liquori: alchermes, maraschino, mistrà, un cucchiaio per liquore
un cucchiaino di aroma di mandorla amara ( io non l’ho messo)
2 bustine di vanillina
2 cucchiai di gocce di cioccolato (per me)

 

 

 

Ho messo in un bicchiere tutti gli aromi insieme e li ho fatti riposare un’oretta.
Ho versato le due farine nella planetaria ed ho aggiunto il lievito con due cucchiaini di zucchero.
Mescolando ho versato l’acqua tiepida ed ho continuato ad impastare.
A questo punto ho unito le uova sbattute con lo zucchero e il sale, poi i liquori  e il burro ammorbidito.
L’impasto risultava molto morbido quindi ho aggiunto ancora un pochino di farina e le gocce di cioccolata.
Ho lasciato riposare il tutto circa 40′ e poi con le mani unte ho preso l’impasto, gli ho dato al forma di una palla e l’ho messo in una teglia con i bordi molto alti.
L’ ho lasciata lievitare in un luogo ben riscaldato fino a che non ha raggiunto il bordo della teglia e l’ho poi infornata a 190° nel forno che avevo fatto riscaldare con lo sportello semi aperto.
Appena l’ho infornata ho buttato sul fondo del forno un bicchiere d’acqua ed ho subito chiuso (questo per mantenere la giusta umidità ed evitare che in superficie facesse troppa crosta).
Sono veramente soddisfatta del risultato: il sapore e anche l’aroma si avvicinano tantissimo all’originale.
Un grazie infinito alla mia fonte d’ispirazione: Paola di Anice&Cannella.

 

 

Camille

Dolci, Muffins & co | 23 gennaio 2013 | By

 

 

Abbondavano le carote: nel frigorifero ce n’era una vaschetta piena.
Le avevo adocchiate stamattina a colazione, mentre prendevo il latte.
Poi, mentre passeggiavo con il cane, cercavo fra i miei pensieri una ricetta che le contenesse.
Le camille………..è tanto che non le faccio, e poi il nome mi fa pensare ad una ragazza speciale, che qualche giorno fa, a causa di un brutto incidente ci ha fatto “morire” di paura…………..per fortuna tutto si è risolto per il meglio!
E allora?…………Auguri CAMILLA, guarisci presto!!!!

 

 

 

Ingredienti:
3 uova
220 gr di zucchero
40 ml di olio di semi di arachide
130 gr di farina
4 carote medie
50 gr di mandorle macinate
1 bustina di lievito
50 gr di gocce di cioccolato fondente

Ho montato le uova con lo zucchero, ho aggiunto le mandorle e le carote grattugiate e l’olio di semi.
Dopo averla setacciata con il lievito ho versato la farina, continuando a mescolare e per ultimo ho unito le gocce di cioccolato fondente.
Ho diviso l’impasto in 12 stampini monoporzione ed ho infornato a 180° per circa 20 minuti.
Dopo averle sfornate, le ho disposte sul bellissimo piatto che le mie amiche mi hanno regalato e le ho cosparse di zucchero a velo.

 

 

Crostata al cioccolato……..esageratamente golosa

Senza categoria | 10 dicembre 2012 | By

Non è farina del mio sacco: ho copiato passo passo la ricetta della crostata al cioccolato di Ernst Knam!
Non ci sono parole per descriverne la bontà, quindi non aggiungo nulla, solamente la ricetta tratta dal suo libro “L’arte del dolce”.
 
 
 

 

Ingredienti per la frolla al cacao:
150 gr di burro
150 gr di zucchero
1 uovo
vaniglia in polvere
6 gr di lievito per dolci
280 gr di farina 00
25 gr di cacao
sale un pizzico

Esecuzione:
lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere l’uovo la vaniglia e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto omogeneo.
Setacciare la farina, il lievito e il cacao e aggiungerli all’impasto, lavorare fino a formare una palla da riporre avvolta nella pellicola in frigorifero per 4 ore.

Ingredienti per la crema pasticcera:
250 ml di latte
1/2 stecca di vaniglia
15 gr di farina 00
5 gr di fecola
2 tuorli
40 gr di zucchero

Esecuzione:
versare il latte in una pentola con la stecca di vaniglia e farlo riscaldare sul fuoco.
Battere i tuorli con lo zucchero, fino a renderli spumosi e unirvi la farina e la fecola amalgamando bene.
Versarvi il latte mescolando continuamente e rimettere sul fornello per far addensare la crema.
Lasciar raffreddare.

Ingredienti per la crema ganache:
125 ml di panna liquida
190 gr di cioccolato fondente tritato

Esecuzione:
Far bollire la panna sul fuoco e aggiungere mescolando la cioccolata fino ad ottenere una crema liscia.
Unire la ganache alla crema pasticcera al cioccolato.

Stendere la frolla di uno spessore di circa 4 mm, tenerne un po’ da parte per le strisce e foderarci una teglia
del diametro di 22 cm precedentemente imburrata e infarinata.
Versarci all’ interno la crema e decorare con le strisce di pasta.
Infornare a 180° per 40 minuti.
Sformarla da fredda.

Certo, copiare non è divertente come creare, ma il risultato di questa crostata è una grande soddisfazione per il palato………

Sembrerebbe un dolce alla zucca……

Senza categoria | 30 ottobre 2012 | By

 

 

….e invece no. E’ un guscio di pasta frolla lievitata ripieno di ricotta e cioccolata! Ma allora perchè quella decorazione? Non lo so neanche io…..mi sarò lasciata trascinare dalla frenesia per Halloween, e poi le zucche fanno tanta “simpatia”.
Non ho nemmeno la foto di una fetta perchè la devo lasciare intera…..la porterò ad una riunione di genitori ( una di quelle in cui ognuno porta qualcosa e poi si mangia tutti insieme).

Per la frolla lievitata:
500 gr di farina 00
250 gr zucchero
150 gr di burro o margarina
2 uova medie
12 gr di lievito per dolci
Ho montato le uova con lo zucchero( nella planetaria) fino a renderle spumose, ho unito il burro ammorbidito, la farina setacciata con il lievito e ho aspettato che si formasse una palla. L’ho avvolta nella pellicola e l’ho messa a riposare nel frigorifero un mezz’ora abbondante.

Per il ripieno:
700 gr di ricotta fresca vaccina
2 cucchiai di zucchero a velo
2 cucchiai colmi di liquore a piacere (io ho usato una grappa alle albicocche)
1 uovo
gocce di cioccolata q.b.

 

Ho amalgamato la ricotta con l’uovo, lo zucchero , il liquore e alla fine ho aggiunto le gocce di cioccolata.
A questo punto ho diviso la frolla in due parti (più un pezzettino per al decorazione)e l’ho stesa in due dischi di cui uno un pò più grande; ho imburrato e infarinato una tortiera da crostata e vi ho steso la frolla più larga. L’ho riempita con il composto di ricotta e ho coperto con l’ altro cerchio di frolla sigillando bene i bordi.
Ho spianato anche l’ ultimo pezzettino di pasta dal quale ho ricavato una zucca e qualche fogliolina che ho spennellato con del colorante verde. Et voilà…..forno a 180° per circa 40′!

CONSIGLIA Fusilli con tonno e asparagi